All’inizio di gennaio 2019 abbiamo incontrato Martin Kratky, CEO di Managility e FP&A Software Group, nel nostro centro di sviluppo a Byron Bay, la parte più orientale dell’Australia e abbiamo posto alcune domande su cosa è successo nel 2018 e sulle prospettive per l’anno prossimo:

Martin Kratky, CEO
Martin Kratky

 

Rittika: Martin grazie per aver dedicato del tempo a chattare con noi. Cominciamo con uno sguardo allo scorso anno 2018?

Martin: È stato sicuramente un anno molto eccitante. Il settore dell’analisi e della pianificazione è sempre stato dinamico, ma il ritmo dei cambiamenti negli ultimi anni non ha eguali.

Il lancio dell’ultima versione di Acterys quest’anno, che ha unito i due marchi precedentemente separati in un’unica soluzione unificata, è stata una pietra miliare nella nostra storia aziendale. L’aggiunta di 25 nuovi dipendenti, la creazione di operazioni negli Stati Uniti, in Europa e in Asia e il rilascio di importanti aggiornamenti su base trimestrale ci hanno tenuti molto occupati, ma vedere che una giovane start-up può competere con successo con colossi dell’industria multimiliardaria è stato molto gratificante.

Rittika: Sei nel settore da un po ‘: qual è la tua opinione su tendenze e sviluppi?

Martin: Sì, dopo 20 anni le persone chiedono: “Non sei stufo di fare la stessa cosa per così tanto tempo?” La mia risposta è sempre: ogni singolo anno è stato diverso e in particolare il ritmo del cambiamento negli ultimi anni non ha eguali.

Nel settore vedo due tendenze chiave: la prima è il cloud. Non è proprio un nuovo concetto, ma ciò che sperimentiamo ora in particolare in Asia Pacifico e negli Stati Uniti – l’Europa è un po ‘indietro – è la piena accettazione da parte dei clienti di soluzioni cloud in analisi e pianificazione. Ciò è determinato principalmente dagli ovvi vantaggi: puoi iniziare in modo estremamente rapido ed economico. Con il nostro prodotto Acterys Connector, ad esempio, i nostri clienti possono ora fornire un ambiente di analisi di livello aziendale che integra soluzioni di contabilità cloud standard come Xero, Dynamics e QuickBooks in 5 minuti. Alcuni anni fa, l’implementazione di una soluzione simile ha richiesto settimane di consulenza.

La seconda tendenza chiave che vedo è: il self-service o come lo chiamerei: “responsabilizzare l’utente aziendale”. Soluzioni come Power BI hanno preso d’assalto il settore. Gli utenti aziendali, senza competenze IT approfondite, hanno ora un potere di analisi senza precedenti su semplici fonti di dati, alla frazione del costo degli strumenti legacy di BI, pianificazione e consolidamento.

Rittika: Questo significa che i consulenti di BI ora cesseranno l’attività?

Martin: Questa è una domanda molto valida e importante: come per molte tendenze di marketing, il termine “analisi self-service” deve essere visto con un “grano di sale”. Da un lato è corretto: strumenti self-service come Power BI e Acterys Connectors possono ottenere risultati immediati su origini dati standardizzate. Power BI consente una fantastica visualizzazione e intuizioni AI immediatamente a portata di mano e Acterys ora crea il modello di dati iniziale, la logica e i report con un clic.

È fantastico, ma il più delle volte non è la fine.

Lo vediamo abbastanza comunemente, in particolare con i clienti nello spazio delle PMI – i clienti delle imprese hanno più familiarità con le “realtà” in quell’area-: un sacco di tempo e denaro viene sprecato prima che si rendano conto che lavorare con un esperto per poche ore o giorni fa davvero risparmiare denaro.

Fare analisi su un’unica fonte di dati semplice è una cosa, integrare più sistemi diversi in un modello di dati completo (o “data warehouse”) con la logica di calcolo personalizzata e i flussi di lavoro specificatamente richiesti è una storia completamente diversa e, a mio parere, lo farà richiedono sempre la competenza di specialisti.

Lo vediamo abbastanza comunemente, in particolare con i clienti nello spazio delle PMI – i clienti delle imprese hanno più familiarità con le “realtà” in quell’area-: un sacco di tempo e denaro viene sprecato prima che si rendano conto che lavorare con un esperto per poche ore o giorni fa davvero risparmiare denaro. [ut_blockquote_right] “Fare analisi su un’unica fonte di dati semplice è una cosa, integrare più sistemi diversi in un modello di dati completo che include logica di calcolo personalizzata, flussi di lavoro, ecc. è una storia completamente diversa” [/ ut_blockquote_right]

Rittika: Quali sono state le motivazioni chiave per il lancio di nuove soluzioni di analisi e pianificazione con Acterys?

Martin: Dopo aver lavorato con quasi tutti i prodotti del settore negli ultimi 15 anni, abbiamo imparato un po ‘cosa funziona e dove le cose mancano e possono essere migliorate:

Innanzitutto, come accennato, il nostro obiettivo era sfruttare le nuove opportunità con analisi cloud e self-service. Rendere le cose più facili, veloci e convenienti.

In secondo luogo, integrare soluzioni silo: semplicemente non c’è più alcuna giustificazione per avere una soluzione di data warehouse, una piattaforma di reportistica e analisi e sopra un’altra applicazione separata di pianificazione / previsione / consolidamento. Tutti utilizzano la propria archiviazione dei dati, nel peggiore dei casi, anche con database proprietari diversi, con conseguenti enormi costi generali per l’integrazione dei dati in questi silos e il pagamento di costosi specialisti per ogni silo. Il nostro obiettivo è supportare lo storage standard come SQL Server o Oracle e utilizzare ciò che in molti casi è già presente con un ampio pool di conoscenze disponibili.

E non finisce con lo storage, il nostro obiettivo è aggiungere dove aggiungiamo davvero valore nella modellazione, nel write back complesso e negli scenari applicativi analitici, nonché nell’automazione del data warehouse. Non ha senso reinventare la ruota e costruire il nostro motore di reporting. Con Power BI disponiamo dell’ambiente di analisi più utilizzato ed Excel è ancora l’applicazione aziendale più utilizzata e versatile. Nessuna soluzione di reportistica specializzata può eguagliarla. Ciò per cui Excel non è progettato è agire come un modello di dati centrale e gestire i flussi di lavoro completi di riscrittura multiutente, previsioni e altri flussi di lavoro analitici. Questo è esattamente il punto in cui entriamo in gioco noi.

Infine, il nostro settore è purtroppo noto per le politiche di prezzo oltraggiose che rasentano la “fregatura”. Non c’è giustificazione che una licenza annuale per un piccolo team finanziario globale costi più della Porsche del CFO. Parte di questa eredità è dovuta al sovraccarico delle spese di marketing dei fornitori. Alcuni dei nostri concorrenti hanno recentemente avuto IPO che rendono trasparente che i loro clienti pagano 60 centesimi in dollari per spese di marketing esorbitanti. Investiamo anche più di questa percentuale in ricerca e sviluppo. I nostri budget di marketing sono minimi rispetto agli standard del settore, ma molto efficaci, incentrati sulla generazione di traffico in entrata attraverso la partecipazione della comunità, la creazione di contenuti di valore, ecc. Qualcosa che ha funzionato molto bene finora.

Rittika: Quali sono i tuoi suggerimenti per la gestione dei team di BI?

Martin: Abbiamo attraversato una transizione molto interessante negli ultimi anni: dall’avere operazioni abbastanza trasparenti in una posizione fisica a un’organizzazione virtuale veramente globale. Abbiamo aggiunto 25 nuove persone al nostro team, la maggior parte delle quali non le ho mai incontrate di persona. È un po ‘pazzo. Inizialmente, ero anche scettico se questo funzionerà, ma funziona e, a parere, anche più efficacemente. Non potremmo esistere senza strumenti come MS Teams che aiutano le persone a collaborare in modo efficace. Nel nostro caso questo non viene utilizzato solo internamente, ma ora anche i nostri clienti sono integrati direttamente lì.

La base della nostra filosofia di gestione è semplice: ogni dipendente comprende che non è l’azienda a firmare la busta paga ma il cliente. Quindi, da questo deriva tutto il resto: assicurati che il cliente sia soddisfatto del tuo lavoro e dai tutto quello che hai. Lavorare nel fine settimana o fuori orario è -come un’organizzazione veramente globale- spesso va di pari passo con questo. In cambio il nostro team ha una libertà senza pari: incoraggiamo il lavoro da casa. Il concetto dalle nove alle cinque non esiste nella nostra organizzazione.

Rittika: Hai detto che la soddisfazione del cliente è un fattore chiave?

Martin: Sì, oltre ad avere il team giusto e renderlo felice, il mio obiettivo principale come CEO è garantire che superiamo le aspettative dei nostri clienti. L’interazione diretta con clienti e potenziali clienti è una priorità assoluta e richiede il 50% del mio tempo. Cerco di essere coinvolto il più possibile nelle “trincee” nelle sessioni iniziali di onboarding dei clienti. Il feedback da lì è inestimabile: per vedere in prima persona le motivazioni chiave ei punti deboli, come i potenziali clienti utilizzano i nostri prodotti e cosa possiamo migliorare. Molti dei nostri utenti di prova non sanno di avere a che fare con il CEO in queste sessioni, ma penso che sia assolutamente essenziale per me ottenere questo feedback non filtrato.

Rittika: Cosa c’è in magazzino per il futuro con Acterys?

Martin: Sono molto orgoglioso di ciò che il mio team ha ottenuto negli ultimi anni: con un marketing molto limitato significa che ora abbiamo clienti in ogni continente che possono vedere un chiaro valore iniziando in pochi minuti, generando automaticamente modelli dai loro sistemi contabili e avere una piattaforma molto potente per creare applicazioni analitiche per la pianificazione, il consolidamento delle previsioni ecc. a portata di mano come utenti aziendali. Tutto questo mentre si integra perfettamente ed estende le funzionalità di soluzioni familiari come Power BI ed Excel con un vasto pool di conoscenze che evita di essere alla mercé di consulenti di soluzioni specializzati che addebitano migliaia di dollari al giorno.

Siamo andati lontano, ma lo consideriamo ancora solo un mattone iniziale. Per il futuro una delle nostre principali aree di interesse sarà l’utilizzo dell’IA per rendere i processi ancora più efficaci. Ciò va dal rendere l’integrazione dei dati ancora più automatizzata ed evitare che gli utenti finanziari debbano spendere anni per la pulizia e la manutenzione, fino all’utilizzo di metodi ML per identificare i driver di business e migliorare l’accuratezza delle previsioni. Vedrete molto in quello spazio da noi nei prossimi mesi rimanete sintonizzati. Con il nostro CTO Hesam Ziaei, che ha accanto al suo impegnativo ruolo di gestire lo sviluppo di Acterys, è stato in grado di finire il suo dottorato in machine learning lo scorso anno, siamo molto ben posizionati per questo.

Rittika: Grazie per l’intervista!

Available in: Inglese Tedesco Francese Spagnolo Olandese

Related Post